Tag

, ,

PRIMA MEDITAZIONE COLLETTIVA sulla GRATITUDINE in Italia, farà vibrare energicamente il nostro bel paese tanto da sollevare tutto il mondo. Una voce che “pensi” al non fare.

La data scelta è il 21 dicembre 2012 ore 21,30 – 22.00,
un giorno in cui gran parte dell’umanità si sentirà insicura per la notizia diffusa della fine del mondo (in proposito VEDI questo video Super Quark:

 

 

pero’, anche a noi clown scemani e sognatori pratici ci piace pensare che “la terra e’ incinta”, agiremo in silenzio, come quello dell’animo umano, gentile, che da’ vita al mondo, agli uomini, dentro un immenso cerchio, per non  esaurisi mai………oggi e’ necessario studiare una nuova scienza, “la scienza dello spirito”, e dell’animo umano…..per il meglio per TUTTI noi!

Come si svolgerà la Meditazione, ognuno nel proprio angolo preferito di casa alle 21 e 30 si raccoglierà in se stesso e inizierà a ringraziare a voce alta: GRAZIE, GRAZIE … GRAZIE …(per 20 o 30 minuti) o anche si può pronunciare la frase “IO SONO …GRATO A………”, consiglio ai coraggiosi che parteciperanno di accendersi una candela e pensare soltanto a dare il meglio, SI IL MEGLIO DI “SE” in ognuno di questi istanti che dedicherà a questa semplicissima, ma molto efficace, meditazione.

SI DARO’ IL MEGLIO DI “ME”, (o di “SE”) PERCHE’:

LA TERRA E’ INCINTA, SI APRE AL NUOVO!


E, si erano solo 2 “denari”……..ed a proposito della forza del sole…. il sole ogni 2160 anni circa passa da un segno zodiacale ad un altro,…oggi ci troviamo nel segno dell’acquario….., ed è questo il messaggio vero della “Profezia Maya” (la fine di un periodo, la fine di una visione del mondo, non la fine del mondo in quanto tale) …..per l’appunto i “2 denari” della parabola del “Buon Sammaritano” ….«Abbi cura di lui e ciò che spenderai in più, te lo rifonderò al mio ritorno»…..”ama il prossimo tuo come te stesso” (prossimo=straniero)…..i “due denari” rappresentano i “due millenni” …..il primo della madre (chiesa) il secondo padre (stato) – i poteri temporali “concilio di nicea” ma è proprio …..in questo “nuovo periodo” ……che si apre a noi con la stessa crisi sociale che si rappresenta …(e che rappresenta “IL MEGLIO PER ME”)….  una nuova possibilità di generare dal nostro essere un modo di amare individualizzato………atti d’amore singoli……..unici………è lo stesso “logos” che oggi si affida non più alla “madre” e al “padre” (all’oste della taverna, ma al ritorno e quindi….) all’intera “comunità dell’uomo” …..alla “comunità umana” ed in quanto tale fatta di singoli individui …..il compito pedagogico che ci viene affidato oggi ….è di “pensare”, perché? ….E’ nel “pensiero” l’arte della creazione del nuovo, il “logos” ….dell’IO SONO  …è l’atto di creazione primo ….della natura e nel suo “sole” che ha accolto il calore e la passione dello spirito a cui possiamo accedere …la terra per farsi prima madre e poi padre dell’uomo………ed è ancora nel sole o meglio nella possibilità di “ri-creazione” …..dell’uomo oggi, di ricreare l’ “io sono” non più frammentato ma individualizzando nell“io sono”l’intero …che ama…. non “….il prossimo tuo come te stesso” ….ma, come è corretto leggere nella traduzione originale del testo: “ama il prossimo (lo straniero) in quanto te (“se”) stesso” ….unificando all’interno di questo “se” l’amore della madre e del padre; diventato nella sostanza egli stesso madre e padre di “se” stesso e dell’altro……. e, così aiutandolo a camminare ed amare…. con gratitudine….OGGI NON è IMPORTANTE IL CAMMINO DA FARE, MA QUANTO SEMPLICEMENTE “CAMMINARE” INSIEME, ……in questo caso “LO STRANIERO” va inteso anche come la parte “ombra” di noi stessi….. in questo senso il “se” congiunzione e quindi “uomo intero”.

In proposito vi consiglio la visione di tre filmati in seguenza di una bellissima conferenza di Pietro Archiati sul tema “La parabola del Buon Sammaritano”:

PRIMA PARTE DI TRE

http://youtu.be/_Fq3hylmyAo

qui le tre letture della parabola del Buon Sammaritano:
http://www.laparola.net/wiki.php?riferimento=Luca10%2C25-37&formato_rif=vp
 
altre info sulla fine di un mondo e la sua rinascita:
http://www.2012finedelmondo.eu/

“Se la carne è stata causata dallo spirito è una meraviglia; ma se lo spirito è stato causato dal corpo è una meraviglia delle meraviglie. Ma io mi meraviglio di questo: come questa grande ricchezza abbia abitato questa povertà. » Gesù, vangelo di Tommaso.