il Cerchio del Council
16 GENNAIO 2010

ORE 17.00
“LA BIBLIOTECA DELL’ANIMA”
a casa di Linda Iurato
ARIANO IRPINIO (AV)
Contrada San Tommaso, 19

info e conferme per la partecipazione (tutto aggratis):
lindaiurato@yahoo.it

nanosecondo54@alice.it

Ma che cosa è “La Biblioteca dell’Anima”?

La via del council (o biblioteca dell’anima) è una tradizione antica. In italia molte persone oggi praticano la via del council. La via del council o la via del cerchio può essere fatta risalire agli albori del mondo, a quella necessita degli uomini di riunirsi intorno ad un fuoco e parlare con il cuore e/o raccontarsi le loro storie. La Lega degli Irochesi (che ebbero una grande influenza sulla creazione di questa forma ed i nativi delle pianure e dei villaggi sud occidentali. La pratica tradizionale del council (il cerchio delle persone) è anche emersa in modalità contemporanee nella stessa Chiesa cattolica dei Nativi Americani. Anche una fonte autorevole come l’Iliade di Omero, contiene dei riferimenti ai cerchi ed al council.
Di recente, poi, abbiamo scoperto che lo spirito del council è molto presente anche nel mondo islamico. Nel giorno delle preghiere, si sceglie una persona che dovrà reggere il bastone e dovrà rappresentare colui che parla all’assemblea, come fece Maometto sulla montagna.
La nostra esplorazione della via del cerchio (council), attraverso i nostri appuntamenti fuori rotta, è stata però solo in parte ispirata dalle tradizioni dei nativi americani. Altre influenze derivano dalla saggezza degli incontri dei quaccheri, dalle riunioni familiari aperte e da molte tecniche contemporanee delle dinamiche di gruppo e di comunciazione non violenta che da qui hanno preso ispirazioni.

La Ojai Foundation e altre organizzazioni a livello internazionale, cercano di abbracciare le differenze culturali e onorare il sacro in tutte le tradizioni spirituali, incarnano l’essenza del council e sostengono questa pratica.ù
Uno dei testi che ha ispirato la nostra pratica è stato quello di Manitonquant “Ritorno alla Creazione” (Manitonquant significa Medicina Story “storia della medicina”.
Quindi che i cerchi del council facciano bene alla salute lo sapevamo già da un pezzo e ci fà piacere che ora questa cosa la scoprono anche molti altri “specialisti della salute”:
http://radunonazionaleclowndottori.blogspot.com/2009/09/la-biblioteca-dellanima-diventa.html .
Certo nell’applicare il council a situazioni attuali abbiamo condiviso le preoccupazioni di molti, nativi americani e altri, sull’appropriazione di “cerimonie sacre” proprie di una cultura da parte di altre. Il nostro scopo è sempre stato quello di praticare una forma di council che “onori lo spirito” delle antiche cerimonie senza la pretesa di essere tradizionali.
Noi crediamo che le diverse forme di council appartengono a tutte le persone che si incontrano in un cerchio per accogliere la sfida di ascoltare e parlare dal cuore.
Le intenzioni (se volete regole) del cerchio del council sono molto semplici: parlare con il cuore; essere concisi; evitare citazioni; parlare di sé; non giudicare; non esprimere opinioni su quello che dicono o raccontano gli altri; non interrompere (se stessi e gli altri); la riservatezza (qualsiasi cosa viene detta nel cerchio deve restare nel cerchio). La funzione del facilitatore non è altra che quella di accompagnare il processo facendo rispettare le intenzioni e partecipando anch’egli al cerchio. Così seduti a terra in cerchio tutti sono maestri e la magia gentile si compie.